Notizie

Azione 4.2.1 - Erogazione di contributi finalizzati all'efficientamento energetico delle piccole e medie imprese - POR FESR Veneto 2014-2020

Mercoledì, 14 Giugno 2017

Il bando è volto ad erogare incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza.
Di seguito tutti i requisiti necessari per presentare la domanda.

Scadenza

31 luglio 2017

Soggetti ammissibili

Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI)

Interventi ammissibili

Sono ammissibili i progetti coerenti con il Piano Energetico Regionale finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate dalla diagnosi energetica.

I progetti si articolano nelle seguenti tre fasi:

  • Fase 1: valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo complessivo dell'unità operativa oggetto del progetto e individuazione delle opportunità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di gas climalteranti attraverso diagnosi energetica.
  • Fase 2:elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti sulla base degli interventi previsti dalla diagnosi di cui alla fase 1, tramite: a) progetti finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti nell’unità operativa oggetto dell’intervento attraverso; b) progetti di autoconsumo da fonti rinnovabili
  • Fase 3: valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti

Spese ammissibili

  • fornitura, installazione e adeguamento di impianti produttivi e macchinari a elevata efficienza energetica
  • fornitura e installazione di hardware e software necessari al funzionamento degli impianti e dei macchinari
  • opere edili e impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto, comprese le relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo nel limite del 70% del totale dei costi ammissibili a contributo. Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, incluse nei costi di cui alla presente lettera sono ammissibili nel limite massimo di euro 10.000,00
  • spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento nel limite massimo di euro 5.000,00. Dette spese non sono ammissibili se sostenute dalle PMI energivore.
  • spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da ACCREDIA o da corrispondenti organismi esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001 nel limite massimo di euro 10.000,00
  • spesa sostenuta per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari

Intensità di aiuto

L’Azione ha una dotazione finanziaria iniziale, per le annualità 2017-2018, pari a euro 12.000.000,00.

L’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile.

L’agevolazione è concessa:

  • nel limite massimo di euro 150.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00
  • nel limite minimo di euro 30.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 100.000,00


Per maggiori informazioni e per prenotare un colloquio:
Mattia Sajeva, Responsabile Sportello Bandi
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 0423 24141
Appuntamenti nei giorni: lunedì e mercoledì.